domenica 19 marzo 2017

Antenna Mini Whip

La voglia di sperimentare mi ha spinto alla ricerca di qualche alternativa alla mini whip originale di PA0RDT. Son già due volte consecutive che mi perdo la trasmissione commemorativa della SAQ di Grimeton. Con tutte le altre mie antenne, compresa l'ALA 1530 LF non mi è stato possibile decodificare il debolissimo segnale morse ricevuto e poter così inviare un rapporto d'ascolto. Cercando in rete mi sono imbattuto nel progetto di un radioamatore russo, RA0SMS, che utilizza come primo stadio un mosfet al posto del fet dello schema originale.

Al di la di tutte le polemiche che puntualmente escono quando si parla di questo tipo d'antenna, credo che per la relativa semplicità con cui la si realizza, per il costo irrisorio, e non per ultimo per la possibilità di portarsela in viaggio (proprio non mi ci vedo con un loop a spalle!! :-D ) valga la pena di averne una nel cassetto. Magari da tirar fuori nell'occasione di qualche ascolto particolare come quello della SAQ, o comunque per ascoltare i radiofari.
Ed è proprio nel campo dalle VLF fino alla fine delle onde medie che quest'antenna da il meglio di se, questa versione appare molto più pompata di quella originale, un po' meno guadagno non guasterebbe, ma appena montata sulla canna da pesca, senza neanche bisogno di alzarla troppo (adesso è a circa tre metri sul balcone) ecco che le ALPHA russe, classico test per vedere quanto un'antenna riesca a ricevere in basso,sono subito chiaramente udibili.

Il comportamento è altrettanto buono sia in 80 che in 40 metri, a salire è ancora discreta sui 20 metri, oltre non ho ancora avuto modo di testarla, la propagazione in questo periodo in queste bande non aiuta.
L'ho alimentata con 12V usando un modulo alimentatore provvisto di trasformatore verso il ricevitore, un'altra ottima cosa da fare è collegare a terra la calza del coassiale di discesa in prossimità del palo su cui è issata. Essendo la mia montata sul balcone l'ho collegata alla ringhiera. In questo modo parecchi disturbi vengono minimizzati.
Qualche segno di intermodulazione bisogna metterlo in conto, soprattutto di sera a volte qualche forte broadcast può trovarsi replicata dove non dovrebbe essere, ma fortunatamente nelle gamme amatoriali nella mia non accade. Per evitare di sovraccaricare il ricevitore o l'SDR a cui è collegata è bene essere dotati di un bel preselettore o almeno di un attenuatore, cosa che generalmente è un bene avere quando si parla di antenne attive.
Detto questo, concordo sul fatto che non faccia miracoli, diciamo che è ottima per un utilizzo sporadico ma soprattutto ottima in VLF, dove, ripeto, nessuna altra antenna che ho avuto modo di costruire mi ha mai permesso di ascoltare ne le ALPHA russe, ne la SAQ di Grimeton.

Qui pubblico il link del blog di RA0SMS che ringrazio per rendere pubbliche le sue sperimentazioni:

Blog RA0SMS Antenna mini whip

Qualche foto...non metto quelle dell'antenna installata perché  non si può guardare, l'ho provvisoriamente inserita in 2 contenitori di un noto prodotto per  liberare gli scarichi intasati uniti insieme... :-D





I componenti sono montati lato rame, trovo sia la soluzione più semplice soprattutto se poi si decide di sperimentare qualche componente di diverso valore la sostituzione è facilissima Le piazzole necessarie le ho ricavate con il solito dremel e una punta abrasiva

Su un altro post di questo blog ho pubblicato un video della ricezione delle Alpha russe, per comodità ecco il link diretto:

Video ricezione Alpha russe

sabato 18 marzo 2017

Stazioni ALPHA Russe con antenna Mini Whip

Prime prove in VLF con la nuova antenna Mini Whip appena assemblata. Il progetto che ho seguito è quello di RA0SMS. L'antenna si conferma come l'unica, sempre ovviamente nel campo dell'autocostruzione, che fino ad ora mi abbia permesso di effettuare ascolti a frequenze così basse.

Il link della realizzazione dell'antenna: